SUSINE BIANCHE DI MONREALE

le susine nella carta
Il susino, insieme agli agrumi è una delle coltivazioni tradizionali
della Conca d’oro. Fino a cinquanta, sessanta anni fa questa
zona era un enorme frutteto interrotto da poche case di
villeggiatura ma l’espansione di Palermo, dopo aver occupato
la costa, ha invaso l’entroterra e ha cancellato buona parte
dei frutteti. E insieme alle coltivazioni sono scomparse anche
le susine “incartate” che riempivano in autunno le bancarelle
dei mercati di Ballarò e della Vuccirìa. Con l’incartatura,
praticata dopo la raccolta, le susine più tardive si conservavano
fino a Natale. Le susine bianche di Monreale sono piccole, a
buccia giallo chiara e dolcissime: una varietà si chiama sanacore,
perché l’aromaticità ed il sapore le fanno attribuire la capacità
di dare piacere, oltre che al gusto, anche al sentimento, l’altra
si chiama ariddu di core (ovvero: seme a cuore) per la forma
caratteristica del seme che richiama il cuore. Sono state
recuperate grazie a un lavoro di ricerca sul germoplasma
autoctono siciliano curato dal Dipartimento di Colture Arboree
dell’Università di Palermo, ma è la passione di alcuni anziani
che ha conservato nel tempo gli alberelli delle antiche varietà.
Il Presidio riunisce due coltivatori di queste due antiche varietà
di susine bianche: quasi tutti i giardini di Monreale hanno di
questi alberi ma sono rimasti in pochi a coltivare almeno un
ettaro di susini e a ricavarne un reddito.


Armetta il Salumiere
via dei Quartieri,6 (San Lorenzo) – Palermo
P.IVA 00203580824
C.F. RMTNGL50S20G273W
tel. 0916888986
mob. 3289888019
angeloarmetta@libero.it