LENTICCHIA DI USTICA

l’isola delle lenticchie
Quelle di Ustica sono lenticchie piccolissime. Di colore marrone
scuro, crescono bene sui terreni lavici dell’isola, particolarmente
fertili, senza impiego di concimi né diserbanti (le erbette
infestanti sono tolte manualmente con una zappetta). Seminate
a gennaio, si raccolgono nella prima metà di giugno.
Le piantine, lasciate seccare nel campo, si sradicano e si
raccolgono in covoni, poi sistemati sull’aia e battuti. Prima
della nascita del Presidio, si calpestavano i covoni con grosse
pietre trascinate con l’aiuto degli asini e poi si lanciavano in
aria con un tridente in modo che il vento, una presenza
costante sull’isola, separasse le lenticchie dalla paglia. Con la
nascita del Presidio sono stati ripristinati molti terreni
abbandonati e le lenticchie, prima destinate solo al consumo
locale, hanno incominciato a essere commercializzate e
conosciute anche fuori dall’isola.
Tenere e saporite, le lenticchie usticesi sono facili da cucinare:
non necessitano di ammollo e cuociono in appena tre quarti
d’ora. Una ricetta isolana classica è la zuppa, piuttosto brodosa,
arricchita con verdure locali e profumata con basilico o
finocchietto selvatico, olio extravergine, un pizzico di
peperoncino.
I produttori sono sette, si sono dati un disciplinare che rispetta
la sostenibilità e la tradizione e si sono riuniti in associazione.


Armetta il Salumiere
via dei Quartieri,6 (San Lorenzo) – Palermo
P.IVA 00203580824
C.F. RMTNGL50S20G273W
tel. 0916888986
mob. 3289888019
angeloarmetta@libero.it