FAGIOLO BADDA DI POLIZZI

tondo e bicolore
Medio-piccolo e di forma tondeggiante – di qui il nome badda,
cioè palla – coltivato da sempre a Polizzi Generosa, è in pratica
sconosciuto al di fuori delle Madonie. È bicolore con due
colorazioni che variano secondo l’ecotipo: avorio con macchie
rosate e aranciate (badda bianca) oppure avorio con macchie
scure, quasi nere (badda niura). Entrambi gli ecotipi si sono
acclimatati bene negli orti della zona, sia nella parte più alta
di Polizzi, in cui si semina durante la prima settimana di giugno
– la tradizione vorrebbe che si facesse nel giorno in cui si
festeggia Sant’Antonio da Padova – sia a quote più basse, in
cui si aspetta la seconda metà di luglio, quando il caldo inizia
a diminuire. Le piantine si arrampicano intorno a quattro
canne sistemate a forma di piccola capanna: ‘u pagliaru. Dopo
circa due mesi incomincia la raccolta dei baccelli verdi che può
protrarsi, secondo le quote, sino a novembre, mentre quella
dei fagioli da essiccare si fa a ottobre e novembre, prima che
i baccelli si aprano e lascino cadere il seme.
Cremosi e saporiti – con note erbacee e addirittura salmastre,
sentori di castagne e mandorle – questi fagioli sono ottimi
freschi, con le tagliatelle fatte in casa e il pomodoro, o secchi
e non si sfaldano con la cottura. Sono protagonisti di molte
ricette locali, fra cui il cunigghiu che, contrariamente a quanto
suggerisce il nome, abbina i fagioli a ventresca, baccalà e
verdure.


Armetta il Salumiere
via dei Quartieri,6 (San Lorenzo) – Palermo
P.IVA 00203580824
C.F. RMTNGL50S20G273W
tel. 0916888986
mob. 3289888019
angeloarmetta@libero.it